Mazeno Ridge

separator
Fiato sospeso al Nanga Parbat per gli inglesi Sandy Allan e Rick Allen

Dopo undici giorni trascorsi sulla montagna, il team inglese patrocinato dal mitico Doug Scott e composto da Sandy Allan, Rick Allen, Cathy O'Dowd e dagli sherpa Lakhpa Nuru, Lakhpa Rangdu e Lakpa Zarok, si è diviso. Dopo aver compiuto la prima storica traversata della lunghissima cresta che divide i versanti Diamir e Rupal del Nanga Parbat - 10 chilometri di lunghezza con otto vette di 7.000 metri lungo il suo percorso ! - Cathy O'Dowd e gli sherpa sono ridiscesi al campo base da quota 7.950, mentre Allan e Allen sarebbero rimasti per un ultimo tentativo alla vetta; al momento sarebbero a quota 7.100 metri, come riportato dall'organizzatore pakistano della spedizione Muhammad Alì. Vetta o non vetta e sperando di cuore che gli alpinisti britannici possano rientrare al campo base a breve ed in buona salute, si tratta di un impresa storica sia per le "dimensioni" e le difficoltà della via in gioco, che per l'approccio "minimalista" del team (sei persone), sicuramente fortissimo ma comunque alle prese con picchi, cornici, tratti tecnici di roccia e neve alta da 14 giorni !
Grande tifo, dunque per gli inglesi, sperando che gli spiriti dell'aria (sottile) li favoriscano nella loro impresa - parola che si può ben usare a proposito questa volta.
Sul sito www.mazenoridge.com aggiornamenti, audio, foto e news.